Una tre giorni di trekking equestre alla ricerca dell’antiche niviere

cac

Per tre giorni un gruppo di appassionati del trekking equestre del territorio sicano hanno scorrazzato in lungo e in largo lungo i sentieri del massiccio del Busambra alla ricerca delle antiche niviere, veri monumenti di un recente passato che da sempre hanno convissuto con le popolazioni dei territori montani. La ricerca si è concretizzata con il ritrovamento di antiche fosse che ancora mostrano i segni della grande fatica umana, l’occasione è stata propizia per riscoprire le antiche mulattiere che da sempre sono servite a collegare i versanti di questa meravigliosa montagna che racchiude emergenze ambientali, storiche e culturali. Il gruppo ha trovato ristoro presso l’azienda agrituristica “Busambra”, un posto incantevole dove, oltre all’accoglienza di un tempo, si è mangiato in maniera encomiabile con una cucina costituita da piatti a base di carne e verdure la cui genuinità e bontà difficilmente potrà trovare altri eguali. L’iniziativa è stata organizzata da Francesco Bruscato e Rudy Greco. Per Bruscato, – L’evento ha avuto come obiettivo quello di attenzionare alcuni aspetti etnoantropologici legati alla cultura dei luoghi e del paesaggio naturale che copre l’intero massiccio del Busambra. Presente anche il gruppo dei cavalieri castronovesi capitanati da Nino Di Chiara esperto cultore del territorio dei Monti Sicani, mentre il titolo di mascotte del gruppo è stata attribuita al simpaticissimo cavaliere settantenne Isidoro Arnone.

 

Precedente Sagre: meno polemiche e più Doc, di Mario Liberto Successivo Turismo, a Longi sui Nebrodi "Ottobrarte" per promuovere il territorio