Nino Di Giacomo é il nuovo commissario straordinario dell’ Istituto regionale vini e oli di Sicilia

Nino Di Giacomo

Alla fine è arrivata la conferma: Nino Di Giacomo é il nuovo commissario straordinario dell’Irvos, Istituto regionale vini e oli di Sicilia, dall’aprile scorso aveva svolto il ruolo di commissario ad acta nello stesso Ente. La decisione è del governo siciliano presieduto da Rosario Crocetta su proposta dell’assessore regionale alle Risorse Agricole Paolo Reale. Alla cerimonia d’insediamento c’era anche la dirigente generale del dipartimento Agricoltura Rosaria Barresi, insieme ad altri dirigenti e del capo di gabinetto dell’assessore, Antonio Parrinello. “L’Irvos – ha affermato la Barresi – è come una bella donna che ogni tanto ha bisogno di passare alcune ore in un centro benessere. E’ insomma una realtà che vale e che sinora ha portato dei risultati positivi e concreti. Bisogna solo puntare al potenziamento di queste qualità”. Il nuovo commissario, la cui esperienza in ambito di commercializzazione di prodotti agroalimentari è strabocchevole, ha illustrato i progetti futuri dell’Istituto, fra i primi obiettivi: il rafforzamento dei servizi di certificazione, di Ricerca dell’Istituto e l’implementazione dei servizi di assistenza all’aziende di tutto il comparto enologico e olivicolo della Regione. Anche sulla promozione ha fatto trapelare delle nuove idee da attuare sempre in sinergia tra l’Istituto e il mondo della produzione rappresentato in questo caso da Providi, Assovini e Vitesi -. A fianco di Di Giacomo continuerà a lavorare il direttore generale dell’Irvos Lucio Monte.

Precedente In vetrina i “sapori dell’orto” di Castronovo di Sicilia di GIuseppe Liberto Successivo "Tutte le parole che ho nel cuore" la nuova antologia della poetessa lercarese Teresa Lentini