AgrieTour, la Sicilia con i “Gnocculi cavati al ragù di salsiccia” trionfa al campionato di cucina contadina, di Mario Liberto

Ad AgrieTour, il Salone nazionale dell’agriturismo, la ricetta degli “Gnocculi cavati al ragù di salsiccia”, del turismo rurale “Al Ciliegio” di Salemi (Tp) si è aggiudicato il primo premio del “Campionato di cucina degli agrituirismi nazionale”. Questa vittoria ha un doppio significato, il primo indiscusso, va alla bravura delle due cuoche sorelle Lucia e Anna Maria Bongiorno che hanno portato alla conoscenza nazionale la cucina di Salemi e il secondo perché il bene dove è presente la struttura ristorativa è gestita da una Onlus (fondazione San Vito), un bene confiscato alla mafia e gestito

Margherita Scognamillo

da don Francesco Fiorino, direttore del quindicinale “Condividere” della diocesi di Mazara Del Vallo, che da da quasi dieci anni è impegnato nella gestione di terreni, case, proprietà, confiscati alla mafia e diventati centri d’accoglienza, colonie, abitazioni per persone in difficoltà. Il secondo posto è stato appannaggio del Trentino con l’Agriturismo la Stropaia, di Baselga di Pinè (Tn) con il piatto: “Canederlotti alle due ricotte con speck croccante”. Sul podio, come terzo classificato, è salito l’agriturismo  “Le Rocche di Capolona (Ar)”, che ha preparato “Toppe alla casentinese con sugo bianco di Chianina”. Un premio speciale alla tradizione per un agriturismo laziale, “Il Castagneto di Supino” (Fr), che ha proposto il recupero dei “Ranati”, una pietanza composta da legumi e cotiche di maiale della tradizione ciociara.
A rappresentare la Sicilia anche l’azienda agrituristica “Valle  Benuara” di Fulgatore, frazione di Trapani. Margherita Scognamillo, simpatica ed intelligente,  nonostante la perdita di alcuni alimenti durante il tragitto da Trapani ad Arezzo, ha preparato la “Pesto alla Trapanese” e  il “Coniglio lardiato” in maniera impareggiabile.    Grande successo di pubblico per questa rinnovata edizione del Campionato, promosso da AgrieTour in collaborazione con la Provincia di Arezzo, che ha visto come presidente di giuria il sommelier, noto volto televisivo, Alessandro Scorsone.  Gli agriturismi in gara sono stati premiati da una madrina d’eccezione, la siciliana Giusy Buscemi, Miss Italia.

 

Il piatto vincitore del Campionato

 

Precedente 2011 Report sull’Agriturismo in Sicilia, di Mario Liberto Successivo La Sicilia protagonista all'undicesima edizione di Agri&Tour, il salone nazionale dell'agriturismo di Arezzo, di Mario Liberto